Il tuo browser non supporta JavaScript!

Storia della letteratura

Futurismo

di Claudia Salaris

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 144

Fondato nel 1909 da Filippo Tommaso Marinetti, il futurismo con le sue idee, creazioni e provocazioni ha inventato il codice dell’avanguardia artistica.  Animato da un progetto di  rinnovamento globale, lasciò un segno in tutte le discipline artistiche e numerosi aspetti della vita:  letteratura, pittura, scultura, musica, teatro, architettura, cinema, fotografia, visione della donna, politica, pubblicità, moda, arredamento e cucina. Con un’intensa azione promozionale, attraverso mostre, conferenze e pubblicazioni, si fece conoscere anche all’estero, influendo sulle avanguardie del Novecento. Questo libro ricostruisce la sua straordinaria avventura che rappresenta quel grande laboratorio di sperimentazioni in cui affondano le radici della nostra modernità.
9,90 8,42

Neorealismo

di Francesco De Nicola

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 120

All’indomani della Seconda guerra mondiale si diffuse in Italia un forte richiamo all’impegno civile che generò quel movimento spontaneo definito neorealismo. Con opere soprattutto cinematografiche e letterarie, esso intendeva proporre una rappresentazione della problematica realtà italiana di quegli anni, affinché gli spettatori e i lettori si adoperassero perché si diffondesse un impegno a migliorare la società del Paese attraverso l’arte e la cultura. Del neorealismo furono protagonisti registi come Roberto Rossellini e Vittorio De Sica, scrittori come Elio Vittorini e Vasco Pratolini, ma questa esperienza lascerà tracce anche in chi, come Italo Calvino, Pier Paolo Pasolini e perfino Eugenio Montale, quel momento di grande slancio aveva solo attraversato.
9,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.