Il tuo browser non supporta JavaScript!
Dal 1974 al servizio delle biblioteche, degli operatori del libro e dell'informazione
Ricerca avanzata
0

Attenzione, controllare i dati.

Prossime uscite

Architettura e biblioteche pubbliche

Progettare i nuovi spazi di un servizio che cambia

di Luigi Failla

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 352

Nella maggior parte dei paesi industrializzati si continua a investire nella costruzione di biblioteche. Un fenomeno solo apparentemente in contrasto con l’avvento del digitale e il calo della lettura, dato che nella quotidianità questi luoghi sono frequentati da utenti che fruiscono, oltre che dei contenuti culturali, in modo diffuso e articolato degli spazi. Le recenti realizzazioni dimostrano, infatti, che la biblioteca non è più utilizzata in base alle regole che ne hanno definito, lungo la storia, la tipologia architettonica. Al contrario, le funzioni tradizionali divengono oggi gli strumenti per rispondere a obiettivi diversi, sociali oltre che culturali. Di fatto, l'evoluzione della biblioteca pubblica non è più legata a quella dei supporti della lettura, bensì al suo ruolo nel complesso sistema della struttura metropolitana, rivoluzionando i modelli del passato, basati su un'organizzazione funzionalista, in favore di un'architettura volta alla creazione di uno spazio non gerarchico. Quale sarà dunque il destino della biblioteca pubblica? Diventerà una sorta di museo? Si trasformerà in una server room chiusa alla quale accedere a distanza? Oppure essa ha già tutti i requisiti per tradursi in un dispositivo urbano capace di rispondere alla perdita di spazio pubblico nelle metropoli contemporanee? Partendo dallo studio di diverse biblioteche realizzate in tutto il mondo, il volume risponde a questi quesiti e offre una riflessione che si fonda su una dialettica permanente tra globale e locale, tra edificio e territorio. A fronte di una carenza effettiva di opere sul rapporto tra gli spazi per la cultura e la città, il libro di Luigi Failla si posiziona quindi come un riferimento progettuale per l'architettura delle nuove biblioteche come spazio pubblico urbano.
39,00

Editori a Milano

di Giuliano Vigini

editore: Editrice Bibliografica

Questo saggio ricostruisce per tappe – partendo dall’anno di nascita di una casa editrice e seguendone poi gli sviluppi nel corso del Novecento – la storia editoriale di Milano, dall’Unità d’Italia al 1940. Si tratta di una fase storica particolarmente importante, cruciale non solo per una città da sempre capitale dell’editoria, ma per le complessive vicende di tutta l’editoria italiana. Con una ricca e accurata analisi critica, corredata di una significativa documentazione iconografica di alcuni tra i principali editori esaminati, l’autore offre una visione di sintesi, che coglie i momenti-chiave che hanno caratterizzato il settore librario milanese nelle sue varie stagioni. L’obiettivo è infatti quello di presentare le figure dei maggiori protagonisti, ma anche di mettere in luce il contributo di tanti piccoli editori che, in ambiti generali o in settori specifici, hanno lasciato una traccia di sé e dato un contributo significativo allo sviluppo dell’editoria italiana nel suo complesso.

Teoria e tecniche della catalogazione e delle classificazioni

di Carlo Bianchini

editore: Editrice Bibliografica

Catalogazione e classificazione sono due processi convergenti, che hanno lo scopo di identificare e descrivere le risorse e le loro relazioni reciproche allo scopo di fornire uno strumento di accesso alle risorse bibliografiche stesse per la soddisfazione dei bisogni informativi o ludici dei lettori.La catalogazione descrittiva e la classificazione si fondano su una base comune di principi e modelli concettuali e si distinguono principalmente per le caratteristiche che impiegano nel descrivere le risorse, scelte per rispondere alle differenti domande che è possibile porre a un sistema di recupero delle informazioni.Il volume si propone di offrire al lettore un percorso teorico e pratico completo di avvicinamento alla catalogazione e alla classificazione come discipline di analizzare e presentare, oltre a strumenti già noti in ambito nazionale come la Classificazione decimale Dewey e il Nuovo Soggettario, anche la Classificazione Colon, molto adatta a essere utilizzata insieme alNuovo Soggettario. Si propone come strumento di approfondimento o di consultazione per la soluzione dei principali problemi di organizzazione delle risorse e può essere adatto anche agli studenti dei corsi superiori di biblioteconomia come base per le letture sulla catalogazione, sulla classificazione e sull’organizzazione delle raccolte ad accesso aperto.

Alchimia e chimica nel Settecento

Antologia di testi

editore: Editrice Bibliografica

La chimica del Settecento è una scienza soggetta a rapide e profondissime trasformazioni. Per molti versi questi cambiamenti coesistono con la persistenza di concetti attinti dalla tradizione alchemica: mentre personalità autorevoli come Guillaume François Rouelle e Pierre Joseph Macquer credono ancora nella trasmutazione dei metalli vili in oro, l’immagine dell’alchimia che traspare dall’Encyclopédie di Diderot e d’Alembert è quella di un corpo di nozioni e pratiche sperimentali tutt’altro che estinto. I progressi sorprendenti della chimica tecnica e le sensazionali scoperte sulla natura dei gas minano però profondamente questo quadro, favorendo l’emergere di teorie della materia completamente nuove. È soprattutto il chimico francese Antoine Laurent Lavoisier (1743-1794) a fare da protagonista in questo mutamento di orizzonte. Se con gli esperimenti sulla natura composta dell’acqua Lavoisier sgretola definitivamente la teoria aristotelica dei quattro elementi, con la scoperta dei meccanismi che presiedono alla respirazione umana apre nuovi scenari, nella chimica come nella medicina. L’importanza delle sue scoperte, in particolare quella dell’ossigeno, fu tale che non mancò chi cercò di rinnovare, intorno ad esse, l’antico sogno alchemico dell’elisir di lunga di vita. L’antologia propone una serie di testi rappresentativi di questi dibattiti e scoperte, documentandone lo sviluppo in modo da farne risaltare la straordinaria ricchezza culturale.

La biblioteca nella nuvola

Utenti e servizi al tempo degli smartphone

di Maurizio Caminito

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 176

Gli strumenti elettronici che governano questo mondo si sono rapidamente evoluti, realizzando non solo un processo di miniaturizzazione dei supporti, ma anche un loro progressivo passaggio dal supporto fisso da scrivania al device mobile da portare con sé in ogni momento della giornata.Come stanno rispondendo le biblioteche a quella che appare come un’ennesima metamorfosi del web? Ne possono cogliere le opportunità per migliorare i propri servizi? Oppure questo passaggio segnerà un aumento della distanza tra le abitudini del mondo del web e quello delle biblioteche (più o meno) digitali?

Come promuovere le raccolte in biblioteca

di Carolina Montagni

editore: Editrice Bibliografica

Quante e quali possono essere le strategie per promuovere le raccolte delle biblioteche? Come può il bibliotecario ogni giorno inventarsi qualcosa di nuovo per incoraggiare la pratica della lettura e l'uso delle raccolte in biblioteca? In questa guida troverete alcuni pratici suggerimenti che spaziano dal tradizionale percorso di lettura redatto dal bibliotecario all’irrituale speed date letterario organizzato in biblioteca. I modelli con cui oggi si promuovono le raccolte sono arricchiti nei contenuti e nelle forme di presentazione da esperienze mutuate da soggetti che a vario titolo operano nella filiera del libro (scrittori, editori, librai, associazioni culturali): vogliamo qui illustrarne alcuni percorsi operativi, attraverso l’analisi di esperienze concrete e dirette sul campo.
8,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.