Predazzo - BIBLIOEARTH, NUOVE BIBLIOTECHE PER NUOVI LETTORI

Predazzo - BIBLIOEARTH, NUOVE BIBLIOTECHE PER NUOVI LETTORI

Dove

Quando

L'evento è iniziato:
sabato 17 gennaio 2015
alle 10.00
L'evento si è concluso:
sabato 31 gennaio 2015
alle 22.00

BIBLIOEARTH, NUOVE BIBLIOTECHE PER NUOVI LETTORI
mostra fotografica di Antonella Agnoli

 Un viaggio tra biblioteche di ogni nazionalità per scoprire il nuovo concetto di biblioteca come "piazza del sapere": luogo d'incontro e di socialità oltre che di cultura.

 Predazzo – sala rosa del municipio - dal 17 al 31 gennaio 2015. Orario: 10-12, 16-19 e 20-22.


“Biblioearth_viaggio tra le biblioteche e le mediateche più belle del mondo” è il titolo della mostra fotografica, curata da Antonella Agnoli, che sarà inaugurata venerdì 16 gennaio 2015 presso la sala rosa del municipio di Predazzo, dopo l’incontro con la stessa Agnoli sul tema “La biblioteca che vorrei” che si terrà nell’aula magna alle 20.30.
L’iniziativa costituisce il punto di partenza per una progettazione partecipata della nuova biblioteca di Predazzo, che vuole coinvolgere la popolazione, a partire dai più piccoli, nell’organizzazione degli spazi interni e dei servizi, perché siano spazi vissuti e servizi a misura delle persone piuttosto che dei libri. Per questo la visiteranno i bambini delle elementari, cui verranno raccontate storie di biblioteche e bibliotecari, e che – sulle suggestioni della mostra – realizzeranno lavori da proporre successivamente in una mostra. Ma saranno invitati anche i ragazzi delle medie, mentre quelli più grandi incontreranno Antonella Agnoli al mattino presso la scuola.
La mostra è costituita da un articolato percorso fotografico attraverso spazi e concetti diversi di intendere la biblioteca e la mediateca, ed è curata da una delle maggiori esperte del settore, attiva tra importanti strutture italiane – come la biblioteca provinciale di Pisa o quella del Comune di Pesaro da lei progettata – e in diverse città del mondo come Londra, Seattle e Mosca, ed è anche consulente del Comune di Predazzo.
Essa si presenta come un vero e proprio mappamondo che attraversa paesi e continenti diversi per raccontare in immagini le molteplici possibilità di intendere il concetto di biblioteca e di mediateca. Spazi, arredi, modi diversi di progettare, uniti tutti dall’idea di andare oltre i vecchi confini e sperimentare biblioteche come piazze del sapere e della cittadinanza, luoghi davvero centrali, non solo fisicamente, per il futuro della città.
Intese in molti casi come “piazze”, luoghi di incontro e scambio socio culturale, le “biblioteche ideali” che la Agnoli ci mostra nei suoi 18 pannelli sono luoghi con funzioni variegate: non solo quindi tradizionali spazi di consultazione e prestito, ma appunto piazze dove ascoltare musica, giardini attrezzati per la lettura, caffè letterario-culturali, case per i bambini dove questi possono partecipare ad attività a loro dedicate o ancora luoghi che prima erano altro e che poi si sono trasformati in mediateche, come nel caso della Stadt Bibliothek di Salisburgo.
I 18 pannelli, rappresentano ciascuno una realtà: c’è la Bibliothek di Stoccarda, aperta nel 2011, con un’ampia zona musica dotata di un pianoforte silenziato e di centinaia di spartiti a disposizione dell’utenza; la CLP East liberty di Pittsburgh, pensata per migliorare la qualità della vita del quartiere e quindi impostata con una forte valenza sociale e aggregativa; c’è il centro culturale Pertini di Cinisello Balsamo specializzato sull’infanzia o, restando in Italia, la Sala Borsa di Bologna che si presenta proprio nella forma di grande piazza. E ancora ci sono la Delf Dock di Delf in Olanda, il cui cuore è rappresentato da un caffè luogo di confronto e scambio o la bellissima Tama art University library di Tokyo firmata dall’architetto Toyo Ito che riporta alle architetture dei palazzi rinascimentali fiorentini, senza però rinunciare a quell’impronta tipicamente orientale. Prodotta dalla Biblioteca civica di Trichiana (BL), la Mostra è stata ideata e realizzata insieme ad Antonella Agnoli dalla direttrice Elena Gherlenda e per il Comitato Premio Letterario “Trichiana – Paese del Libro” da Monica Frapporti, Bruno Giliberti, Gianpaolo Tomio. La grafica dei pannelli è di Daniel Balzan.
 
 

Per maggiori informazioni:
[ ] Contattare il sig. Francesco Morandini tel. 0462/501830 – cell. 0335/5607413
[ ] Consultare la pagina FB: www.facebook.com/bibliotecapredazzo
[ ] Disponibile corredo fotografico della mostra



La biblioteca che vorrei
Spazi, creatività, partecipazione
Antonella Agnoli
...


Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.