Le ultime novità

Le ultime novità

Un coniglio nel turbante

Inganno e intrattenimento nella scienza arabo-islamica

di Lucia Raggetti

editore: Editrice Bibliografica

Già dall’antichità, la natura era rappresentata come un’intricata rete di relazioni tra i diversi elementi che la compongono. Minerali, piante e animali sono dotati di proprietà utili e misteriose che l’uomo può sfruttare a suo vantaggio. La cultura arabo-islamica si iscrive in questa tradizione, ricevendo dal mondo tardoantico un’eredità multiculturale che sarà riorganizzata, ampliata e adattata alle nuove esigenze, tra empirismo e tradizione letteraria. I prodigiosi effetti che derivano da una sapiente manipolazione della natura possono essere sfruttati nel campo della farmacologia, in molte forme d’artigianato, nell’agricoltura ma anche applicati all’intrattenimento e alla frode. Sia l’applicazione giocosa che quella illecita di queste proprietà sono forse uno dei loro aspetti meno noti e più curiosi della “scienza delle proprietà” a cui questo libro è dedicato. Un viaggio affascinante, un ricco spaccato del sapere condiviso, delle credenze popolari, delle aspirazioni collettive e della vita nelle strade delle metropoli del Vicino Oriente Islamico
19,50 18,53

Il patrimonio culturale tra memoria, lockdown e futuro

di Luca Dal Pozzolo

editore: Editrice Bibliografica

Il patrimonio culturale può svolgere una funzione di riattivazione della profondità della storia e rappresentare una risorsa preziosa per una visione culturalmente attrezzata delle traiettorie a venire, a patto che si eviti uno sguardo solo antiquario, che il patrimonio possa divenire un fuoco di convergenza per artisti, operatori della cultura, cittadini, ritrovando voce ed espressione nei linguaggi della contemporaneità.Questo saggio s’interroga sul senso del patrimonio materiale e immateriale, sulle motivazioni a investire per una conservazione e una valorizzazione che superino la retorica del richiamo a un dovere morale indiscutibile, per abbracciare – invece – una possibile e opportuna declinazione alla costruzione di futuri desiderabili e condivisi. La pubblicazione, riveduta e ampliata alla luce dei nuovi scenari aperti dall’emergenza sanitaria globale, offre una riflessione non contingente sui temi dell’eredità culturale.
23,00 21,85

La scienza dei dati in biblioteca

Otto ricette e un’appendice

di Danilo Deana

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 152

Una biblioteca, se vuole vivere, deve crescere. Si tratta di una legge formulata da Ranganathan, il fondatore della moderna biblioteconomia, la cui validità è sotto gli occhi di tutti. Lo dimostra la situazione estremamente critica in cui si trovano, proprio per il fatto di non essersi sviluppate, molte delle biblioteche italiane definite “di conservazione”. Negli anni successivi alla Seconda guerra mondiale è stata progressivamente messa a punto una serie di misure e di indicatori per valutare l’efficienza e l’efficacia dei servizi delle biblioteche e stabilire così il loro stato di salute. Le ricette contenute in questo libro hanno l’obiettivo di fare un ulteriore passo in avanti, applicando i principi che stanno alla base della scienza dei dati ai problemi della biblioteconomia. Non solo mettono in relazione tra loro le informazioni sinora raccolte, ma permettono anche di formulare previsioni sul futuro. L’obiettivo è rendere possibile stabilire quale sia l’effettiva condizione in cui si trova una biblioteca e quali azioni debbano essere intraprese per migliorarla. Le decisioni conseguenti, basate su fatti, sono le uniche che possono rivelarsi utili per i lettori.
21,00 19,95

Le raccolte bibliotecarie digitali nella società dei dati

di Rossana Morriello

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 344

Il concetto di raccolta bibliotecaria digitale è radicalmente cambiato. Le attività di gestione delle risorse digitali hanno assunto oggi una varietà e com­plessità tali da rendere la definizione di “raccolta bibliotecaria” mutata nella sostanza. Il mondo documentario digitale è caratteriz­zato da una grande frammentazione che rende necessaria non solo la gestione dei documenti ma anche dei dati. In misura crescente, l’enfasi viene posta sull’accesso e sulla discoverability delle risorse. I bibliotecari che si occupano di sviluppo delle collezioni devo­no affrontare nuove sfide legate all’open science, alle implicazioni dei metodi di valutazione della ricerca scientifica, alle questioni etiche e di integrità, alle dinamiche che portano gli editori a diventare sempre più di frequente fornitori di servizi evoluti e chiamano le biblioteche a trasformarsi in soggetti produttori di contenuti.
29,00 27,55

Come garantire la privacy in biblioteca

di Marco Locatelli

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 72

Dati personali, informativa, contitolarità, anonimizzazione, diritti degli utenti, consenso dei genitori di minori, videosorveglianza sono solo alcuni degli aspetti legati alla privacy, un diritto umano ancora nuovo, che richiede anche ai bibliotecari una crescita di consapevolezza. Questo testo, con una serie di suggerimenti pratici, vuole essere un contributo a un’educazione professionale alla riservatezza, nell’ottica – come sosteneva Stefano Rodotà – che “l’attenzione alta alla privacy si mantiene alta se vi è una discussione pubblica”.
8,00 7,60

L'archivio liberato

Guida teorico-pratica ai fondi storici del Novecento

di Lorenzo Pezzica

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 168

Il libro raccoglie alcune riflessioni e soprattutto esperienze affrontate nel corso degli anni, durante il viaggio (che ancora continua) dell’autore nel mondo degli archivi. Ci si riferisce in particolare al tema dell’archivio storico novecentesco, sia tradizionale (cartaceo/analogico), sia digitale, compreso il cosiddetto archivio ibrido. E ogni volta la richiesta iniziale è stata sempre la stessa: spiegare che cos’è un archivio e perché l’archivio. Temi non di poco conto che riguardano gli archivi, l’archivistica e gli archivisti, valutati da diversi punti di vista, pratici e teorici. Il filo rosso è quello che dà sostanza al titolo: rendere l’archivio libero dagli angusti spazi di una sua rappresentazione asettica e per diversi aspetti sterile e proporne invece un’immagine più complessa, importante, significativa, anche eversiva, nella prospettiva di un suo riconosciuto valore reale e concreto. Insomma una guida teorico-pratica – come recita il sottotitolo –, che vorrebbe essere, per quanto possibile, perspicace, efficace e rigorosa.
20,00 19,00

Il sistema di documentazione digitale

di Alessandro Alfier

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 264

Produzione, uso e conservazione del documento digitale sono oggi temi all’ordine del giorno, quasi sempre però affrontati all’interno di singole prospettive disciplinari. Il volume intende invece proporre un approccio interdisciplinare, capace di analizzare il documento digitale nei suoi caratteri strutturali, per poi sviluppare dei rimandi alle finalità giuridiche del fenomeno documentario digitale studiate dalla teoria del diritto e alle funzionalità dei sistemi per la gestione documentale digitale indagate dall’archivistica. Nel prendere le mosse dall’analisi strutturale del documento digitale, il volume recupera le riflessioni più recenti della diplomatica, che ha incominciato a interessarsi anche alladocumentazione contemporanea, portando in dote il riconoscimento che il documento è sempre la manifestazione di un più ampio sistema di documentazione, condizionato dall’ordinamento giuridico, dal contesto sociale e culturale e dallo scenario tecnologico. Questa lezione è fatta propria dell’autore, che propone qui un tentativo di ricostruzione del contemporaneo sistema di documentazione digitale, indagato nelle sue potenzialità e criticità.
26,00 24,70

Scrivere sceneggiature

Dal grande al piccolo schermo

di Cristina Borsatti

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 192

Le storie raccontate attraverso le immagini sbarcano ancora al cinema, ma sono il piccolo e il piccolissimo schermo a farla da padroni. Stiamo assistendo al trionfo delle serie e in questo contesto rivoluzionario, in cui sono entrati con forza nuovi protagonisti in streaming come Netflix e Amazon, gli sceneggiatori hanno solo una certezza: le storie godono di ottima salute.Scrivere sceneggiature. Dal grande al piccolo schermo entra nel vivo della scrittura televisiva, offre strumenti utili per progettare, realizzare e proporre una fiction godibile su tutte le piattaforme esistenti. Una creazione di mondi più che di trame, da espandere e da riutilizzare attraverso la pratica dell’adattamento, che il volume esamina mettendo in chiaro le sue procedure. Dal libro al film, dal film alla serie. L’infrazione alla regola chiude il cerchio, attraverso l’analisi di antistrutture ormai consolidate. Episodiche, corali, non lineari, multilineari, labirintiche, aperte. Punto di partenza per le infrazioni di domani.
19,00 18,05

Scrivere di gusto

di Valerio M. Visintin

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 136

Per fare critica gastronomica occorrono competenze tecniche per valutare cibo e ristoranti. Ovvio, ma non basta.La grammatica di questo mestiere è articolata e complessa. Bisogna calcolare il giusto distacco nei confronti delle materie e delle persone che sono oggetto del nostro giudizio, promettere e mantenere lealtà assoluta nei confronti dei lettori, praticare ogni giorno la disciplina del coraggio delle proprie opinioni. In queste pagine cercheremo di insegnare l’etica oltre che la pratica di un lavoro bellissimo.Realizzato in collaborazione con gli allievi della Scuola di critica gastronomica etica Scrivere di Gusto, questo libro offre a studenti, scrittori, giornalisti (professionisti e no) o semplici appassionati di gastronomia e divulgazione l’opportunità di conoscere i meccanismi di una professione (o semplice passione) in cui teoria e pratica sono indissolubilmente integrate.
16,00 15,20

Promuovere e raccontare i libri online

di Davide Giansoldati

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 184

Ogni 60 secondi su Instagram vengono realizzate 347.222 storie, su Facebook gli utenti postano 147.000 foto e scrivono 150.000 messaggi, su YouTube si caricano più di 500 ore di video e su Twitter si iscrivono 319 nuovi utenti.Di fronte a questi numeri è fondamentale avere una bussola per orientarsi e capire, nei panni di editori, librai, autori o social media manager, da dove iniziare per avere successo. I social network usati in modo corretto possono diventare un volano per aumentare le vendite online così come in libreria. Protagonisti di questo testo sono il libro e i lettori, sempre al centro dell’attenzione e delle azioni mirate a creare un reciproco legame potente in grado di generare spontaneamente passaparola e contenuti che si diffondono e vivono di vita propria.In questa nuova edizione:• Promuovere i libri: quali social network usare e come• Trasformare in una professione il social media management• Monitorare l’efficacia della comunicazione online• Organizzare eventi e presentazioni online• Il “Socialbookcamp” per il vostro libro• Testimonianze e consigli di esperti• 17 contenuti bonus da scaricare
24,00 22,80

Manuale di editoria universitaria

Progettare percorsi per l'apprendimento

di Alessandra Pagani

editore: Editrice Bibliografica

Il libro illustra la progettazione sia di prodotti cartacei (libri di testo, manuali, saggi, eserciziari, dispense) che di prodotti digitali (e-book, corsi online, video lezioni, podcast, esercizi) partendo dalla conoscenza del mercato e del target, per poi passare alla richiesta di feedback e, infine, per passare alla realizzazione vera e propria del progetto. Ricco di esempi pratici e di casi reali, il manuale offre spunti di riflessione anche sui nuovi prodotti pensati per mettere lo studente al centro di una didattica in presenza e online. Pensato per gli studenti di Master di II livello  Professione editoria cartacea e digitale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano si rivolge anche ai docenti, ai professionisti di settore e a chi opera nella formazione accademica e professionale.
23,00 21,85

Biotestamento

di Giada Lonati, Barbara Rizzi

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 168

Parlare di fine vita non è semplice. Eppure è un tema di grande rilevanza e di straordinaria attualità, soprattutto in una società come la nostra che tende a rimuovere il concetto di morte. Le autrici, grazie alla loro lunga esperienza professionale, ci aiutano a sgomberare il campo da troppi equivoci. Che cosa intendiamo quando parliamo di cure palliative? Che differenza c’è tra morte naturale e morte medicalizzata? E perché si fa ancora molta confusione tra sedazione, eutanasia e suicidio assistito? Rispondere a queste e a tante altre domande è il primo passo per fare chiarezza, muoversi con maggiore consapevolezza e quindi avvicinare temi più specifici che aiutino a comprendere cosa è e cosa può rappresentare per ciascuno di noi il biotestamento.Partendo dai presupposti normativi nazionali e internazionali, codici deontologici compresi, passando all’analisi della legge in vigore nel nostro Paese, fino al consenso informato e alle ultime novità in tema di banca nazionale delle DAT (Disposizioni Anticipate di Trattamento), il lettore potrà finalmente conoscere un argomento troppo a lungo trascurato, anche dai mezzi di informazione. Perché mai come in un campo del genere, conoscere significa contribuire ad abbattere la barriera della disinformazione e dei pregiudizi ed esercitare consapevolmente i propri diritti.
9,90 9,41

Consumismo

di Ariela Mortara

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 120

Il consumismo è un fenomeno tipico di tutte le società industriali avanzate: nasce assieme alla moderna società dei consumi e con essa cresce e si sviluppa. Numerose sono le critiche che storicamente gli sono state rivolte da parte di filosofi, sociologi ed economisti che ne hanno messo in evidenza le caratteristiche di pervasività e omologazione e che hanno sostenuto anche la nascita e l’affermazione del movimento opposto: il consumerismo.Con questo termine si indica infatti la tendenza dei consumatori a organizzarsi in associazioni che si pongono come controparte nei confronti dei produttori per difendersi con maggiore consapevolezza dalla pubblicità indiscriminata e per esercitare un controllo sulla qualità e sui prezzi dei prodotti. Di questo fenomeno estremamente interessante l’autrice indaga la nascita, analizza il pensiero dei maggiori esponenti quali Ralph Nader e Rachel Carson, e delinea i caratteri principali del movimento associazionista. Il testo si propone di affrontare questo fenomeno analizzando non solo le sue radici, ma anche gli adattamenti alla società contemporanea, in cui nuove forme di consumismo e una maggiore attenzione da parte degli utenti prendono le mosse da forme inedite di distinzione.
9,90 9,41

Primi libri per leggere il mondo

Pedagogia e letteratura per una comunità educante

di Francesca Romana Grasso

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 244

Il settore dell’editoria per la prima infanzia offre pubblicazioni allettanti, che a un occhio adulto appaiono valide e stimolanti. Ma rispondono concretamente ai bisogni di bambini e bambine tra 0 e 6 anni di età? Quali sono le facoltà cognitive e motorie disponibili in questa prima fase della vita? E in che modo una proposta editoriale può andare loro incontro? Nel volume vengono presentati i bisogni universali di bambini e bambine nei primi anni di vita, a partire da come si dispiega in maniera unitaria il loro sviluppo, sulla base delle teorie di figure di spicco nel panorama dell’educazione attiva (Pestalozzi, Itard, Pikler, Montessori, Wallon, Goldschmied, Munari). All’interno di questa cornice vengono presentate alcune soluzioni adottate, con successo, nei servizi educativi e nelle biblioteche di diverse realtà europee. Sono inoltre analizzate alcune proposte editoriali per la primissima infanzia, scelte in base alla loro coerenza progettuale in riferimento a contenitore, contenuto e competenze del destinatario. In questo modo si intende fornire agli operatori di servizi per l’infanzia (bibliotecari, educatori, pedagogisti) gli strumenti necessari per orientarsi tra le richieste sempre più puntuali dei cittadini. Una comunità attenta promuove benessere, contrasta la povertà educativa, alimenta cultura su educazione e cura, quando favorisce la circolazione dei saperi e sostiene una pluralità di collaborazioni tra servizi e liberi cittadini.
26,00 24,70

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.