Il tuo browser non supporta JavaScript!

Prossime uscite

Manuale del diritto d'autore

di Beatrice Cunegatti

editore: Editrice Bibliografica

L’opera affronta i temi del diritto d’autore in prospettiva pratica e rappresenta uno strumento di approfondimento per coloro che operano nel settore dell’impresa culturale. I temi classici del diritto d’autore, come l’individuazione dei titolari del diritto, dell’ambito delle esclusive d’autore e dei confini delle privative, vengono proposti seguendo il percorso della realizzazione del prodotto culturale, dalla sua progettazione, alla produzione e commercializzazione, anche via rete, così da agevolare il lettore nell’individuare l’immediata ricaduta pratica della disciplina legale. I settori di riferimento dell’impresa culturale sono considerati in chiave attuale: accanto a libri, audiovisivi e opere musicali, il testo esamina i profili relativi alla gestione del diritto d’autore di audiolibri, ebook, opere con espansioni online e multimedia. Il volume rappresenta un ausilio di taglio operativo per individuare con agilità le soluzioni ottimali alle questioni riguardanti il diritto d’autore che quotidianamente si pongono agli operatori di un settore in rapidissima e continua evoluzione.
23,50

Neuronarrazioni

di Stefano Calabrese

editore: Editrice Bibliografica

Le narrazioni sono utensili cognitivi che appaiono fin dagli albori dell’umanità. A partire dal narrative turn della seconda metà degli anni Novanta, alcuni dei più svariati ambiti tradizionalmente anarrativi (come la politica, il marketing, l’advertising, la medicina) hanno “inglobato” la narrazione all’interno del loro impianto teorico-metodologico, riconoscendone dunque il valore e le potenzialità. Uscendo dall’impasse che la legava a un alveo strettamente letterario, la narratologia sta trovando sempre più stimoli nella psicologia genetica e cognitivista, nelle teorie della mente e nelle neuroscienze. Il libro discute i più recenti orientamenti scientifici all’interno dei suddetti ambiti che mostrano le nostre reazioni neuro-fisiologiche durante la lettura/visione di una storia; quali abilità cognitive stimola la fruizione di serial TV, romanzi, film e docufiction; l’esistenza di differenze gender-related nella formattazione del racconto e nella scelta dei generi narrativi e letterari; e infine, il benessere cognitivo derivante dall’utilizzo delle narrazioni in soggetti con disturbi da stress post-traumatico, affetti da patologie neurodegenerative e con disturbi autistici.
9,90

Gli archivi storia, uso e futuro

di Valacchi Federico

editore: Editrice Bibliografica

Il libro studia la questione archivistica contemporanea con il principale obiettivo di evidenziare il ruolo non solo culturale che gli archivi giocano in seno a una società complessa e per molti versi penalizzata da un uso superficiale se non fuorviante delle risorse informative nel loro complesso.Ciò con l’obiettivo di far conoscere e diffondere valori importanti come quelli archivistici all’interno del tessuto sociale e culturale di riferimento e non solo. Si valutano inoltre le ricadute, metodologiche e applicative, che la progressiva affermazione di una cultura digitale, ancora prima che delle tecnologie dell’informazione, hanno avuto, hanno e potranno avere sul delicato ecosistema della costruzione e della gestione della memoria, inteso non come statico monumento al passato quanto come dinamica palestra per l’esercizio di valori e contenuti se non indispensabili di estrema utilità alla comprensione e agli sviluppi della società contemporanea.

L’information literacy ai tempi del digitale

di Maurizio Lana

editore: Editrice Bibliografica

L’information literacy è l’insieme delle competenze necessarie oggi ad ogni persona per poter esercitare pienamente i diritti di cittadinanza, operare nel mondo del lavoro, migliorare e valorizzare le proprie conoscenze nel corso della vita. I percorsi formativi attuali preparano abbastanza bene le competenze relative al mondo della stampa, mentre sostanzialmente mancano quelle relative al mondo digitale. E questo è un problema, perché essere parte della società dell’informazione implica la necessità diffusa, per tutti, di saper trovare e usare informazione e conoscenza di qualità.Il libro offre un quadro di conoscenze teoriche ampio e sfaccettato sull’information literacy. A esso si affiancano presentazione, analisi e commento di casi reali, eventi, strumenti software, risorse web, articoli scientifici e di quotidiani che mostrano la relazione tra le conoscenze teoriche e la realtà quotidiana. Sullo sfondo il grande mutamento – sostanzialmente inavvertito, non esplicitato – per cui nel mondo digitale tutti si è autori.
22,00

Succede in biblioteca

Pillole di umorismo bibliotecario tra realtà e immaginazione

di Claudia Bocciardi

editore: Editrice Bibliografica

Il libro raccoglie le “pillole” della rubrica “Succede in biblioteca”, pubblicata sull’ultima pagina della rivista “Biblioteche oggi” (dal 2012 al 2019). Utenti bizzarri, manie, timori, passioni e idiosincrasie del bibliotecario, situazioni involontariamente comiche, riflessioni spassose e scanzonate sulla vita quotidiana di una biblioteca d’ente locale. Un osservatorio privilegiato dal quale analizzare i comportamenti umani, un luogo pubblico ancora troppo spesso oggetto di vecchi stereotipi, duri a morire.Ecco allora che il bibliotecario diventa sia osservatore leggero, sia comico protagonista, suo malgrado, di aneddoti ed episodi reali o verosimili. Spettatore e interprete di un variegato assortimento di buffe e divertenti occasioni d’incontro con il cittadino che varca quella soglia. Esilarante mattatore alle prese con le piccole e grandi contraddizioni quotidiane degli ingranaggi della Pubblica Amministrazione.

Come facilitare l’incontro con i pubblici della biblioteca

di Busa Anna

editore: Editrice Bibliografica

Esigenze e comportamenti dei pubblici sono influenzati sempre di più dalle nuove abitudini digitali e dai cambiamenti della società. Per la biblioteca capirne il linguaggio, le aspettative e i bisogni, è fondamentale non solo per migliorare servizi e proposte ma soprattutto per creare empatia e coinvolgimento. Le personas sono uno dei metodi che aiutano nello studio e nell’analisi dei pubblici. Complementari ai processi di segmentazione dei target, inserite nel processo di inbound, le personas creano interessanti condizioni di incontro fra nuove metodologie di progettazione come il design thinking e i concetti di audience development e audience engagement.
8,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.