Editrice Bibliografica vendita online di libri, ebook e riviste di Editrice Bibliografica

Geografie Culturali

Una collana per avvicinare e tenere insieme idee distanti e diverse; per separare e distinguere dove i fatti e le cose parrebbero insistere nella loro esausta ovvietà; per rileggere le premesse alla luce di nuove domande e fornire strumenti per la quotidianità. Libri come itinerari; come compagni di ricerca; come coltellini svizzeri per chi abita e lavora nel mondo della cultura;  un invito a inoltrarsi lungo i percorsi tracciati in queste pagine.

La collana, frutto della collaborazione di Editrice Bibliografica e Fondazione Fitzcarraldo, intende concorrere sia allo sviluppo professionale degli operatori culturali che a una maggiore consapevolezza del ruolo della cultura nella società e nell’economia.

Direttore editoriale: Luca Dal Pozzolo


Abitare bene il mondo: un progetto culturale

di Roberto Gambino

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 272

I quarant’anni a cavallo del 2000 sono densi di rivoluzioni culturali per la gestione del territorio: certo l’urbanistica delle città va in crisi, ma avanza la stagione dell’interesse per l’ambiente, della valorizzazione del paesaggio, del riconoscimento dei centri storici e del mondo rurale, dei parchi. Nuovi sguardi illuminano i luoghi a partire da discipline specialistiche. Roberto Gambino, protagonista di quegli anni, con una militanza scientifica ininterrotta e puntuale ha riunito e spinto a nuove sfide l’intero fronte variegato di chi si occupa del nostro abitare. Questa scelta di interventi in sedi diversissime mostra la grande attualità della sua strategia intellettuale: mettere a sistema per tutti le innovazioni che vengono da specifici settori. Gambino, incrociando nuovi paradigmi e criteri di valore, chiama ciascuno a sperimentare un’integrazione ricostituente: ad assumere la logica ecosistemica per la difesa del patrimonio culturale, la Convenzione europea del paesaggio per il disegno delle città, e viceversa la progettualità della pianificazione per le strategie di tutela ambientale.
23,00 21,85

Musei per la sostenibilità integrata

di Michela Rota

editore: Editrice Bibliografica

I musei sono a un punto di svolta per il ruolo e la rilevanza che si propongono di assumere all’interno della società contempo
14,99

Musei per la sostenibilità integrata - Nuova edizione

di Michela Rota

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 344

I musei sono a un punto di svolta per il ruolo e la rilevanza che si propongono di assumere all’interno della società contemporanea. La sostenibilità, con le declinazioni che comporta in ambito culturale, ambientale, economico e sociale, alla luce dei 17 Obiettivi SDGs per lo sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, è una sfida aperta con la quale molti musei si devono ancora confrontare in modo sistematico. Il libro, pubblicato per la prima volta nel 2019 e ora in una nuova edizione aggiornata e ampliata, si propone di aumentare la consapevolezza e la dotazione di strumenti professionali in questo ambito, orientando le competenze tecniche in merito alle diverse attività, e di fornire un supporto ai direttori e agli operatori museali coinvolti per essere testimoni attivi. Si tratta di costruire un green management che operi sia sulla gestione corrente che alla messa in campo di progetti di trasformazione e di riqualificazione dell’esistente; di proporre un ventaglio di approcci possibili, per avviare il percorso verso la sostenibilità delle numerose ed eterogenee esperienze museali; di comunicare con il proprio pubblico per aprire un dialogo in merito all’importanza e all’urgenza di attivarsi sul tema.
23,00 21,85

Le biblioteche nel sistema del benessere

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 296

Questo libro nasce in un momento del tutto particolare, caratterizzato da una assoluta novità rispetto al passato: una straordinaria disponibilità di dati che riguardano le biblioteche e che consentono di esercitare uno sguardo nuovo, che sposta prima di ogni altra cosa il raggio d’azione delle biblioteche stesse e impone una ridefinizione dei confini della disciplina che di biblioteche si occupa. A partire dalle priorità della nostra contemporaneità – come espresse dall’Agenda 2030 dell’Onu e in generale dal paradigma del benessere equo e sostenibile – il libro racconta le biblioteche italiane in una visione sistemica, come mezzo per la crescita personale e culturale dei cittadini, ma senza nasconderne le criticità. L’approccio è bottom up e fortemente interdisciplinare: le evidenze – diverse per fonte di dati e metodologia di ricerca – sono alla base dell’interpretazione di esperti in diversi ambiti disciplinari: geografia, statistica sociale, management, economia aziendale, naturalmente biblioteconomia. Il libro si rivolge a tutti gli operatori della cultura – certamente anche studenti e studiosi di biblioteche ma non solo – per offrire un contributo concreto rispetto all’obiettivo fortemente condiviso di dimostrare e raccontare il ruolo della cultura in un’ottica di benessere, qualità della vita e sviluppo sostenibile.
23,00 21,85

La trasformazione digitale della cultura

di Claudio Calveri, Pier Luigi Sacco

editore: Editrice Bibliografica

La cultura vive un processo di trasformazione digitale continuo e inarrestabile, al pari di tutti gli altri settori dell’econo
14,99

La trasformazione digitale della cultura

di Pierluigi Sacco, Claudio Calveri

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 200

La cultura vive un processo di trasformazione digitale continuo e inarrestabile, al pari di tutti gli altri settori dell’economia e della società. Se la combinazione di cultura e strumenti digitali è in grado di produrre valore sociale ed economico, con effetti tangibili sull’individuo, sul territorio e sull’impresa, molte sono le sfide da affrontare per interpretare il percorso nel modo più efficace e sostenibile.Questo libro propone un’analisi del contesto cercando di individuare matrici utili allo scopo, attraverso l’illustrazione dei principi e di casi concreti, provando ad andare oltre i luoghi comuni su concetti e pratiche del digitale, ponendo l’accento sulla prospettiva dell’utente quale riferimento fondamentale per rendere l’offerta culturale funzionale a una relazione realmente generativa.
23,00 21,85

Soggetti smarriti

Il museo alla prova del visitatore

di Giovanna Brambilla

editore: Editrice Bibliografica

Questo saggio si propone come un utile strumento per muoversi nella complessa triangolazione tra musei, opere e pubblico dal p
14,99

Soggetti smarriti

Il museo alla prova del visitatore

di Giovanna Brambilla

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 264

Vincitore del premio Silvia Dell'Orso 2021Questo saggio si propone come un utile strumento per muoversi nella complessa triangolazione tra musei, opere e pubblico dal punto di vista privilegiato dell’educazione al patrimonio. I temi toccati sono “gli indispensabili”: l’autoreferenzialità dei musei, la necessità di dialogo tra i membri dello staff, le strategie legate al mondo della scuola, il fondamentale confronto con la collettività, la progettualità dedicata alle persone marginali e fragili e l’attenzione ai linguaggi con cui raccontare il patrimonio.L’intento è quello di offrire uno sguardo inedito sulle creazioni di legami tra beni culturali e persone, spaziando in vari settori, con il desiderio di essere non una guida ma una bussola, non una parola definitiva, ma un crocevia di sguardi, che renda possibile la nascita di nuove ricerche e azioni, partendo dall’intersezione di diverse discipline e innescando una relazione vivace tra le numerose professionalità che operano intorno ai musei.
23,00 21,85

Che cosa muove la cultura

Impatti, misure e racconti tra economia e immaginario

di Annalisa Cicerchia

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 248

Da almeno quarant’anni sulla comunità degli operatori culturali e artistici grava un dilemma: da una parte sembra che il riconoscimento pubblico del valore intrinseco delle loro attività diminuisca di giorno in giorno; dall’altra consenso, sostegno e risorse dipendono sempre più dalla loro capacità di documentare – possibilmente attraverso numeri – il valore strumentale di quelle attività. A esse si attribuiscono infatti una molteplicità di impatti sociali ed economici desiderabili. Il dilemma ha spesso prodotto esiti infelici. Ma non per questo azioni, programmi e attività artistiche e culturali non hanno diritto a essere valutati e apprezzati per i cambiamenti positivi che hanno reso, che rendono e che renderanno possibili. Il libro parla di questo: perché è importante parlare degli impatti della cultura e di come fare per rilevarli e renderne conto con prospettive adeguate, rispondendo al bisogno di risposte semplici e maneggevoli, ma senza mortificare la profondità e la complessità dei fattori in gioco.
23,00 21,85

Che cosa muove la cultura

Impatti, misure e racconti tra economia e immaginario

di Annalisa Cicerchia

editore: Editrice Bibliografica

Da almeno quarant’anni sulla comunità degli operatori culturali e artistici grava un dilemma: da una parte sembra che il ricon
14,99

Il patrimonio culturale tra memoria, lockdown e futuro

di Luca Dal Pozzolo

editore: Editrice Bibliografica

Il patrimonio culturale può svolgere una funzione di riattivazione della profondità della storia e rappresentare una risorsa p
14,99

Il patrimonio culturale tra memoria, lockdown e futuro

di Luca Dal Pozzolo

editore: Editrice Bibliografica

Il patrimonio culturale può svolgere una funzione di riattivazione della profondità della storia e rappresentare una risorsa preziosa per una visione culturalmente attrezzata delle traiettorie a venire, a patto che si eviti uno sguardo solo antiquario, che il patrimonio possa divenire un fuoco di convergenza per artisti, operatori della cultura, cittadini, ritrovando voce ed espressione nei linguaggi della contemporaneità.Questo saggio s’interroga sul senso del patrimonio materiale e immateriale, sulle motivazioni a investire per una conservazione e una valorizzazione che superino la retorica del richiamo a un dovere morale indiscutibile, per abbracciare – invece – una possibile e opportuna declinazione alla costruzione di futuri desiderabili e condivisi. La pubblicazione, riveduta e ampliata alla luce dei nuovi scenari aperti dall’emergenza sanitaria globale, offre una riflessione non contingente sui temi dell’eredità culturale.
23,00 21,85

Musei e cultura digitale

Fra narrativa, pratiche e testimonianze

di Maria Elena Colombo

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 240

"Ben lungi dal doverci formare sulle fantomatiche potenzialità della realtà virtuale, siamo di fronte a domande culturali, filosofiche, antropologiche, etiche, sociali e politiche correlate alla dimensione del tempo e dello spazio, alla larghezza e al senso del fare cultura, ai processi vari e profondi di smaterializzazione e disintermediazione che hanno riguardato tanta parte dei nostri orizzonti quotidiani."Maria Elena ColomboLa cultura digitale ha creato le condizioni per un nuovo museo in ascolto e sempre aperto. Maria Elena Colombo raccoglie nuovi spunti e voci per interrogarsi sulla relazione ormai decennale tra musei e cultura digitale, cogliendone stereotipi, resistenze, illuminazioni e opportunità. Si indagano qui i temi fondanti su entrambi i versanti, i reciproci condizionamenti e le ibridazioni, leggendo fra le righe della narrativa e dei profili dei protagonisti, incrociati con la lettura critica della letteratura dell'ultimo decennio. Il volume ha le sue premesse nelle interviste condotte dall’autrice negli ultimi tre anni a professionisti del digitale nei musei di tutto il mondo e pubblicate su “Artribune”. Data la contingenza storica, a chiusura del volume è stato aggiunto il capitolo “Post scriptum”, dedicato ai musei e al digitale nel periodo del lockdown.
23,00 21,85

Musei e cultura digitale

Fra narrativa, pratiche e testimonianze

di Maria Elena Colombo

editore: Editrice Bibliografica

"Ben lungi dal doverci formare sulle fantomatiche potenzialità della realtà virtuale, siamo di fronte a domande culturali, fil
14,99

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.