Il tuo browser non supporta JavaScript!
Dal 1974 al servizio delle biblioteche, degli operatori del libro e dell'informazione
Ricerca avanzata
0

ArtLab 2019 - Narrazioni plurali: i musei di domani

Quando

giovedì 27 giugno 2019
dalle 11.00 alle 13.00
Cristina Da Milano interviene ad ArtLab in occasione dell'uscita del suo titolo "Prove di intercultura"

Possono esistere musei senza oggetti, ma non esistono musei che non raccontino storie. Ma quali? Destinate a chi? A quale scopo? Ogni museo ha una sua storia, obiettivi impliciti ed espliciti per i pubblici a cui si rivolge: di crescita culturale, di identità, di rappresentazione. Se all’inizio il loro compito era relativamente semplice, oggi sono al centro di riflessioni critiche sul loro ruolo e anche sulle storie che rappresentano: celebrare identità o metterle in discussione? Cosa succede quando le comunità di riferimento cambiano forma e fisionomia? È possibile raccontare le stesse storie? 

In occasione dell'uscita del saggio "Prove di Intercultura", di Cristina Da Milano, Elisabetta Falchetti, Maria Francesca Guida, Editrice Bibliografica.

 

Modera 
Alessandra Gariboldi, Responsabile progetti transnazionali, Fondazione Fitzcarraldo

Interventi

Simona Bodo, Responsabile programma "Patrimonio e Intercultura", Fondazione Ismu
Cristina Da Milano, Presidente ECCOM
Imara Limon, Curatrice, Amsterdam Museum
Carolina Orsini, Senior curator, MUDEC - Museo delle Culture di Milano
Stephen Welsh, Curatore Living Cultures, Manchester Museum 

Note a margine
Anna Chiara Cimoli, Progettista, ABCittà

Prove di intercultura
Sguardi, pensieri e azioni per una società multiculturale
Globalizzazione, mondializzazione, spostamenti di popoli, trasformazioni demografiche e socioculturali delle comunità umane mettono a confronto quotidianamente diversità di persone, culture, valori, modi e aspirazioni di vita. L’intercultura è auspicata come cambiamento paradigmatico del pensare, sentire e dell’agire, risorsa per sostenere nuove forme di relazione e di equilibri sociali. Questo volume intende offrire un contributo di riflessione a chiunque si interessi di intercultura o lavori in ambiti che contemplano il confronto tradiversità culturali. Il percorso che qui si racconta ha portato le persone coinvolte a riconoscere utopie e progetti di vita verso i quali l’intercultura dovrebbe guidarci: da una identità umana comune, alla cittadinanza planetaria di Morin, al “vivere insieme in pari dignità”, l’obiettivo indicato a livello europeo per società giuste, inclusive, democratiche, interculturali.


Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.