Il tuo browser non supporta JavaScript!

Presentazione di A ciascuno il suo catalogo di Danilo Deana

Dove

Via Balbi, 40 - ex Hotel Columbia, piano terra Genova

Quando

mercoledì 11 dicembre 2019
dalle 15.00 alle 17.00
Mercoledì 11 dicembre alle ore 15.00 presso la Biblioteca Universitaria di Genova (via Balbi, 40 - ex Hotel Columbia, piano terra), Danilo Deana, Servizio bibliotecario dell’Università degli Studi di Milano, presenta "A ciascuno il suo catalogo"

Dialogano con l'autore Francesca Cappelli, Oriana Cartaregia, Francesco Langella, Marcella Rognoni.

Iniziativa è a cura del Servizio Sistema Bibliotecario di Ateneo dell'Università di Genova in collaborazione con la Sezione AIB Liguria e la Biblioteca Universitaria di Genova.

 

A ciascuno il suo catalogo
La rivoluzione tecnologica e le biblioteche
Danilo Deana
Ogni volta che acquistiamo un libro su Amazon, ascoltiamo un brano musicale di Apple Music o di Spotify, scegliamo un film su Netflix, stiamo consultando un catalogo. Quelli delle biblioteche, che per secoli hanno costituito un punto di riferimento, sono tuttavia relegati in un angolo. Adesso, però, è disponibile un modello dell’universo bibliografico che, grazie anche ai progressi dell’intelligenza artificiale, è in grado di rimettere tutto in gioco.Questo libro inizia mostrando come si è arrivati a definire l’IFLA Library Reference Model. Attraverso il confronto con i siti di commercio elettronico, i servizi di streaming musicale e Wikipedia, viene quindi avanzata un’ipotesi per la creazione di una base di conoscenza al cui interno far confluire le informazioni attualmente disperse nei miliardi di registrazioni bibliografiche presenti nei cataloghi delle biblioteche. La base di conoscenza conterrebbe informazioni complete e affidabili su tutto ciò che è stato pubblicato dall’invenzione della stampa a oggi. Essa potrebbe quindi essere utilizzata non solo dagli studiosi, ma da chiunque abbia a che fare con i dati bibliografici, compresi editori, distributori e i nuovi protagonisti dell’economia mondiale: Amazon, Apple, Facebook, Microsoft e Alphabeth, l’azienda che possiede Google.


Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.