A scuola di critica gastronomica

A scuola di critica gastronomica

Recensione di: Scrivere di gusto
23.11.2020

Valerio M. Visintin, intervistato da Italia a Tavola, racconta la Scuola Scrivere di Gusto. Perché "scrivere di ristoranti e prodotti alimentari non è un esercizio che si esaurisca nella sfera della critica gastronomica".

Leggi l'intervista al critico mascherato su "ItaliaaTavola.net"

Scrivere di gusto

di Valerio M. Visintin

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 136

Per fare critica gastronomica occorrono competenze tecniche per valutare cibo e ristoranti. Ovvio, ma non basta.La grammatica di questo mestiere è articolata e complessa. Bisogna calcolare il giusto distacco nei confronti delle materie e delle persone che sono oggetto del nostro giudizio, promettere e mantenere lealtà assoluta nei confronti dei lettori, praticare ogni giorno la disciplina del coraggio delle proprie opinioni. In queste pagine cercheremo di insegnare l’etica oltre che la pratica di un lavoro bellissimo.Realizzato in collaborazione con gli allievi della Scuola di critica gastronomica etica Scrivere di Gusto, questo libro offre a studenti, scrittori, giornalisti (professionisti e no) o semplici appassionati di gastronomia e divulgazione l’opportunità di conoscere i meccanismi di una professione (o semplice passione) in cui teoria e pratica sono indissolubilmente integrate.
16,00 15,20

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.