Il tuo browser non supporta JavaScript!

Musei sempre aperti grazie al digitale

"Sono convinta che il digitale sia stato la leva che ha messo davvero in discussione in modo più profondo la funzione del museo di oggi e di domani, perché ha forzato un interrogarsi su alcuni punti-chiave: chi ha voce? Chi sceglie che cosa dire? Che cosa si può dire? Perché lo si dice? E infine, la grande domanda: qual è il patrimonio?"

Maria Elena Colombo raccoglie nuovi spunti e voci per interrogarsi sulla relazione ormai decennale tra musei e cultura digitale, cogliendone stereotipi, resistenze, illuminazioni e opportunità. Si indagano qui i temi fondanti su entrambi i versanti, i reciproci condizionamenti e le ibridazioni, proponendo una lettura critica della letteratura dell'ultimo decennio. 

Il volume contiene interviste ai professionisti del digitale dei musei di tutto il mondo, pubblicate negli ultimi tre anni su "Artribune". Tutti sono concordi nel sostenere che la divisione tra analogico e digitale non ha più senso perché viviamo in un mondo connesso, fisico e virtuale insieme.

Una consapevolezza che si fa sempre più forte nella situazione di emergenza attuale, dove è apparso chiaro quanto il digitale sia fondamentale per ripensare i musei come luoghi sempre aperti e in relazione con i pubblici. A questo proposito, l'autrice ha raccolto le sue riflessioni in un post scriptum a chiusura del volume.

Musei e cultura digitale è parte della collana Geografie Culturali, frutto della collaborazione con Fondazione Fitzcarraldo.

Clicca sull'allegato per scaricare la cartella stampa.

Musei e cultura digitale

Fra narrativa, pratiche e testimonianze

di Maria Elena Colombo

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 240

"Ben lungi dal doverci formare sulle fantomatiche potenzialità della realtà virtuale, siamo di fronte a domande culturali, filosofiche, antropologiche, etiche, sociali e politiche correlate alla dimensione del tempo e dello spazio, alla larghezza e al senso del fare cultura, ai processi vari e profondi di smaterializzazione e disintermediazione che hanno riguardato tanta parte dei nostri orizzonti quotidiani."Maria Elena ColomboLa cultura digitale ha creato le condizioni per un nuovo museo in ascolto e sempre aperto. Maria Elena Colombo raccoglie nuovi spunti e voci per interrogarsi sulla relazione ormai decennale tra musei e cultura digitale, cogliendone stereotipi, resistenze, illuminazioni e opportunità. Si indagano qui i temi fondanti su entrambi i versanti, i reciproci condizionamenti e le ibridazioni, leggendo fra le righe della narrativa e dei profili dei protagonisti, incrociati con la lettura critica della letteratura dell'ultimo decennio. Il volume ha le sue premesse nelle interviste condotte dall’autrice negli ultimi tre anni a professionisti del digitale nei musei di tutto il mondo e pubblicate su “Artribune”.

Musei e cultura digitale

Fra narrativa, pratiche e testimonianze

di Colombo Maria Elena

editore: Editrice Bibliografica

"Ben lungi dal doverci formare sulle fantomatiche potenzialità della realtà virtuale, siamo di fronte a domande culturali, fil

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.